COMUNICATO STAMPA COORDINAMENTO NO TRIV TERRA DI BARI; Chiediamo alle regioni delibere per l’abrogazione dell’art. 35 del Decreto Sviluppo

Da giorni ci chiedono, come Coordinamento NoTriv – Terra di Bari, di aderire alla raccolta firme per il referendum, promosso da Giuseppe Civati, che vede due degli otto quesiti proposti avere per oggetto le trivellazioni: il terzo riguarda l’art. 35 del Decreto Sviluppo del 2012 del governo Monti; il quarto verte sull’art. 38 del Decreto Sblocca Italia del governo Renzi.
Ci teniamo a chiarire e ribadire la nostra posizione in merito. Come coordinamento aderiamo alla proposta del Coordinamento Nazionale No Triv, chiediamo pertanto alle regioni di esprimersi nei rispettivi consigli con delibere che approvino la risoluzione referendaria dell’abrogazione dell’art. 35 del Decreto Sviluppo.
Ricordiamo infatti che, in sostituzione delle 500.000 firme, troppe da raccogliere entro il 30 settembre (!), è sufficiente il pronunciamento di cinque consigli regionali e che questo è un atto indifferibile.
Per quel che riguarda lo Sblocca Italia riteniamo che vada costruita un’altra piattaforma politica.
Inoltre, diverse Regioni e Province italiane hanno già impugnato il decreto dinanzi alla Corte Costituzionale.

COORDINAMENTO NO TRIV – TERRA DI BARI; 17 AGOSTO 2015