LA QUARTA BOZZA DEL DECRETO CLIMA E’ UNA VERA CIOFECA

COORDINAMENTO NAZIONALE NO TRIV

BREVE NOTA

LA QUARTA BOZZA DEL DECRETO CLIMA E’ UNA VERA CIOFECA (vedi allegato)

LA POLITICA DEGLI ANNUNCI VA AVANTI ASSIEME AL TAP, ALLA PROROGA AUTOMATICA DELLE CONCESSIONI PETROLIFERE ED ALLA SEN 2017

NUOVO GOVERNO “FOSSILE” DIVERSAMENTE COLORATO

Più passa trascorre il tempo più le varie bozze di Decreto Clima si scoloriscono e svuotano di contenuto.

Siamo ancora alla quarta versione ed già è sparita un sacco di roba:
– sparisce la riduzione dei sussidi ambientalmente dannosi;
– sparisce l’istituzione della Commissione clima e qualità dell’aria all’interno del Cipe;
– spariscono le modifiche alla VIA.

La “ciccia” non c’è più.

Restano invece -eccome se restano- il TAP, la proroga automatica delle concessioni petrolifere, la Strategia Fossile Nazionale 2017 (ora nel Piano Nazionale Integrato Energia Clima, illegittimo ed inadeguato), gli incentivi ambientalmente dannosi, una Via che non valuta, ecc. ecc..

Il Green New Deal può attendere.

Roma, 9 ottobre 2019

Coordinamento Nazionale No Triv