Notte Rosa: appello no triv

NO AL LIGHT DESIGN IN ROSA DELLE TRIVELLE. APPELLO A PAOLA TURCI, BERSANI, PIERO PELU’, LITFIBA, REA ED ALTRI : NON SALITE SUI PALCHI DELLA NOTTE ROSA 2017

A Ravenna quest’anno la Notte Rosa si tinge di nero petrolio: infatti, da quest’anno si tingeranno di rosa anche le piattaforme al largo delle spiagge ravennati.

Dal suo sito web il Comune di Ravenna annuncia che “Per contribuire a colorare di rosa tutta la costa, durante le serate di venerdì 7 e sabato 8 luglio, il Distretto Centro Settentrionale di Eni, accogliendo l’invito di Regione e Comune, si è reso disponibile ad illuminare di rosa le piattaforme Angela-Angelina e PCW-T. Lo spettacolo di light design si svolgerà dalle 21 all’1 di entrambe le serate e sarà inoltre messa a disposizione una diretta streaming che sarà proiettata su maxi schermi“.

Dopo quella del green-washing, l’Eni ed il Comune di Ravenna si fanno dunque promotori di una nuova operazione mediatica che tende a restituire “rispettabilità” alle trivelle collocandole, non si sa bene secondo quale logica, all’interno di una manifestazione dedicata all’universo femminile.

Tutto questo appare ancor più paradossale se si considera che appena un anno fa il Consiglio Comunale di Ravenna aveva chiedo ad Eni di fermare le attività della piattaforma Angela-Angelina e che le sue attività sono ritenute responsabili dell'”affondamento” del Lido di Dante.

Il programma della Notte Rosa 2017 appare come non mai nutrito, soprattutto nella sezione musicale: si esibiranno in più date lungo la costa ravennate e su diversi palchi numerosi artisti tra cui Paola Turci, Bersani, Piero Pelù ed i Litfiba, Flavio Boltro, Danilo Rea, Ematl Meta, Francesco Renga, ecc.., molti dei quali inconsapevoli dell’operazione di pink-washing delle trivelle messa in piedi dalla Regione Emilia Romagna, dal Comune di Ravenna e dall’Eni.

A loro ed ai loro manager rivolgiamo un forte appello a non esibirsi se gli organizzatori non annulleranno il light design in rosa delle piattaforme Angela-Angelina e PCW-T.

Roma, 19 giugno 2017

 

Aderiscono all’appello:

Coordinamento Nazionale No Triv
Abruzzo Beni Comuni
Coordinamento No Triv Bassa – Re – Mo
Fondazione Capta
Ecoistituto del Veneto
AmicoAlbero di Mestre
Movimento dei Consumatori del Veneto
Coordinamento No Triv Basilicata
Cobas Scuola Basilicata
Associazione A Sud Onlus
CO.GE.DE. Liguria
Legambiente Circolo Matelda di Ravenna
Gruppo Rottama Italia, Ravenna
Arci Circolo di Vasto
Arci Comitato Provinciale di Chieti
Associazione Fuoritempo, Senigallia
Azione Civile
Comitato No Petrolio, Sì Energie Rinnovabili
Associazione Liberacittadinanza
Comitato Possibile Le mattonelle Rosse di Chieti e Provincia
Comitato ABC Alta Padovana
Comitato Alluvioni veneto
Fondazione Univerde