ROYALTY “PETROLIFERE” DOPO LA MANOVRA 2020

Luisiana Gaita , con lo stile rigoroso che la contraddistingue, fa il punto sulle royalty alla luce delle nuove disposizioni previste nella Manovra 2020.
Il Governo ha mostrato poco coraggio nel non eliminare del tutto il meccanismo delle esenzioni (a giovarne sono sempre le solite Eni ed Edison, le più esposte alle conseguenze del Referendum No Triv del 2016 sulle trivelle in mare).

Non solo. Il meccanismo dei SAD (sussidi ambientalmente dannosi pari a 19 miliardi di euro) non è uscito scalfito dalla Manovra, a conferma del fatto che, annunci a parte, non è venuto meno il tratto della continuità rispetto alle politiche dei precedenti esecutivi.

Mancano risorse adeguate per ridare vigore alla scuola pubblica (un Ministro si è dimesso per questo), al sistema universitario, alla ricerca, alla sanità, alle bonifiche, al trasporto pubblico, ecc., e questo non è frutto del caso ma conseguenza di precise scelte politiche.